8 Giugno 2017: il Mondo conosce Filippo Tortu, ma la sfortuna gli appanna la festa.

Filippo Tortu  è certamente uno degli Atleti Italiani più famosi del momento e, nell’ottica di celebrare le grandi imprese sportive dei nostri campioni, perchè Mamba Sport ama anche questo, ci sembrava doveroso ricordare la sua fantastica impresa del 22 Giugno di quest’anno, a Madrid, quando, primo Italiano nella storia, e terzo uomo bianco di sempre, ha abbattuto la storica barriera dei 10″ netti nei 100 metri piani, la distanza Regina della disciplina Regina di tutti gli Sport Olimpici.

Ma di quel che è accaduto, quella magica serata spagnola, ne hanno parlato e continuano a parlarne tutti al punto che, ormai, la fama di Filppo si sta allargando a macchia d’olio, anche ben oltre i confini nazionali e, infatti, da ogni parte del Mondo, viene considerato uno dei più forti e temuti velocisti.

Il talento di Filippo, che ricordiamo ha solo vent’anni, è esploso nel 2015 quando, a soli 16 anni, abbattè il record italiano allievi che resisteva da circa 40 ed è poi proseguito con importanti successi in manifestazioni giovanili, quali la medaglia d’argento, ai Mondiali del 2016 in Polonia e la medaglia d’oro, agli Europei di Grosseto, sempre nei 100 metri.

La consacrazione Mondiale assoluta, però, è avvenuta nel 2017, quando l’ 8 Giugno, al Golden Gala Pietro Mennea, a Roma, nel corso della Diamond League, ha corso davanti a 30.000 persone entusiaste e alle telecamere di tutto il Mondo, un fantastico 200 metri, che ha chiuso in 20″34, suo personale e grande tempo,quarto ma dietro alla medaglia d’argento ( De Grasse) e quella di bronzo ( Lemaitre), delle precedenti Olimpiadi.

Una serata incredibile, il tripudio della folla, la definitiva consacrazione di un campione atteso per decenni e, dopo il giro d’onore, le interviste, i complimenti di tutti, il legittimo desiderio di passare qualche ora con i tanti amici personali venuti apposta per sostenerlo.

Una cena in centro, a Roma, due passi in Piazza di Spagna, celebrata in tutti i mondo, per la sua meravigliosa scalinata, ma ecco, all’improvviso, saltar fuori la sfortuna; scendendo uno scalino, un piede appoggiato male… sembra incredibile per chiunque, figuriamoci per un Atleta e invece, un dolore intenso, una storta.

Un banalissimo incidente, di quelli che magari capitano una volta nella vita e che su una persona normale sarebbe stato catalogato come il fastidio di non poter camminare, per qualche giorno, in modo del tutto naturale.

Ma Filippo è uno straordinario atleta, specializzato nelle discipline veloci dello sprint e il più piccolo contrattempo, specie nel corso della stagione agonistica, diventa un problema.

Fortunatamente quel piccolo contrattempo non gli impedì, 40 giorni dopo, di diventare Campione Europeo Juniores e di arrivare alle semifinali dei Campionati del Mondo assoluti di Londra,disputati dopo ulteriori 20 giorni.

Certamente, però, quella fantastica condizione fisica mostrata la sera dell’8 Giugno non tornò piu’ per quell’anno, in quanto l’infortunio lo obbligò a star fermo 15 giorni, a riprendere gradualmente per altri 10 e, alla fine, se fate i conti, era impossibile, in piena stagione, ritrovare la forma perfetta.

Nel celebrare questo fantastico campione, abbiamo voluto dare un piccolo insegnamento e contributo per tutti coloro che amano correre e che non vorrebbero mai interrompere la loro passione: se un grande atleta può rischiare, solo camminando, di rovinare una stagione, perchè poggia male un piede, pensate quanto possa essere delicata l’articolazione della caviglia, specie correndo, per non parlare poi delle strade non asfaltate.

Ecco, allora, per voi che volete allenarvi in sicurezza, senza rischiare di perdere un solo giorno della vostra passione, una eccezionale offerta per provare un supporto che realmente può cambiare il vostro modo di vivere lo sport.

A presto, per celebrare altri grandi campioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *