La prevenzione è l’anima dell’attività sportiva.

Spiace evidenziare come si tenda, quasi sempre, a comunicare le caratteristiche di un particolare strumento tecnico per ottenere migliori prestazioni sportive, ma si dedichi pochissimo spazio per spiegare come evitare e prevenire quel che, per uno sportivo vero, di qualsiasi livello, è un grandissimo problema: l’infortunio.

Noi di Mamba Sport abbiamo, in tale ottica, un nostro specifico pensiero che, poi, è la filosofia che sta alla base di tutta la nostra produzione made in Italy: la
prevenzione.

Prevenire significa anche conoscere e allora cerchiamo di spiegare, in poche righe, i motivi fondamentali per cui si può andare incontro a infortuni muscolari di vario tipo che possono partire dalla semplice contrattura, per poi passare per i vari gradi di stiramento e,infine, sfociare nello strappo.

Tale infortuni nascono sempre da una contrazione involontaria, continua e particolarmente dolorosa, che interessa un (o più di uno) muscolo scheletrico.

Si verificano quando il tessuto muscolare viene sollecitato oltre il suo limite di sopportazione fisiologico.

L’eccessivo carico innesca un meccanismo di difesa che porta il muscolo a contrarsi risultando molto rigido al tatto e causandogli, a seconda di varie situazioni fisologiche pregresse, i differenti tipi di infortunio citati che possono tenere lontano dalla propria attività, da un minimo di una settimana a un massimo di tanti mesi.

Il primo fondamentale consiglio che si deve dare, per cercare di evitare tutto questo, è quello di non affrontare, mai, nessun tipo di attività, senza un adeguato riscaldamento che dovrà essere tanto più lungo, almeno 25/30 minuti, quanto più bassa sia la temperatura dove si svolge l’ attività sportiva.

In tal modo si eleva la temperatura corporea, si incrementa il metabolismo dell’organismo oltre che l’apporto di sangue e sostanze nutritive ai muscoli, procurando vantaggio anche alle  articolazioni che saranno  maggiormente “elastiche”.

Il riscaldamento, infatti, fa aumentare la produzione di liquido sinoviale che “lubrifica” le articolazioni permettendo movimenti più ampi e riducendo il rischio di traumi.

Un altro consiglio, che pochi danno, è quello di effettuare, specie d’inverno, il riscaldamento nell’ambiente dove poi farete l’alllenamento perchè se vi riscaldate, ad esempio, in una palestra chiusa e poi andate a correre all’aperto, lo sbalzo di temperatura esterna potrebbe crearvi dei problemi.

Ovviamente tutte queste accortezze non sempre bastano o, magari, per vari motivi, avete poco tempo per fare un adeguato riscaldamento che non dovrebbe mai essere inferiore a 25/30 minuti.

In tutti i casi, comunque, vi possono venire in aiuto i supporti muscolari e articolari Mamba,  caratterizzati dal taping integrato e dalla fibra di carbonio che riduce la formazione di acido lattico, garantendo che il range del movimento muscolare rimanga quello necessario a far sì che il muscolo lavori bene e non vada  oltre, con il rischio di  strappi, stiramenti e sfilacciamenti vari ai muscoli.

Un ultimo consiglio  è quello di supportare l’allenamento con la giusta alimentazione e, in mancanza di questa, anche con integratori adeguati perchè il nostro corpo ha bisogno di vitamine e di sali minerali che proteggano i muscoli, come il potassio e il magnesio, contenuti, ad esempio, in frutti come le banane e l’uva. 

Noi di Mamba lavoriamo per farvi continuamente godere la vostra passione sportiva e, se questo articolo vi può essere stato utile, mettete un like sulla nostra pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *